CHITARRA

Programma degli esami di compimento del corso inferiore

  1. a) Scale semplici in tutte le tonalità maggiori e minori nella massima estensione di ottave consentita dallo strumento.
    b) Scale per terze, seste, ottave e decime, maggiori e minori nelle tonalità piu’ agevoli.
    c) Alcune formule di arpeggio scelte dalla Commissione fra le 120 dell’Op. 1 (I Parte di Mauro Giuliani).
  2. a) Uno studio specifico, a scelta del candidato, sulle legature o abbellimenti.
    b) Uno studio estratto a sorte fra tre presentati, scelti da:

Aguado: Studi della III parte del Metodo (esclusi i primi 10) – Giuliani: Op. 48 (esclusi i primi 5); op. 83; op. 111 – Carcassi: Op. 60 (esclusi i primi 10) c) Uno studio estratto a sorte fra i seguenti di Sor: op. 6 nn. 1, 2, 8; op. 31 nn. 16, 19, 20, 21; op. 35 nn. 13, 17, 22; (corrispondenti ai primi 10 della revisione Segovia).

  1. Una suite o partita (oppure tre pezzi di carattere diverso, anche di differenti autori dei secoli XVI, XVII, XVIII, tratti dalla letteratura per liuto, vihuela o chitarra antica, di media difficoltà.
  2. a) Una composizione scelta dal candidato fra le seguenti: – Tarrega: Preludi o altre composizioni originali – Llobet: Dieci canzoni catalane – Ponce: Preludi – Castelnuovo-Tedesco: Appunti – Villa -Lobos: Preludi b) Una composizione di autore contemporaneo

 

Programma degli esami del compimento medio

  1. a) Due studi estratti a sorte 24 ore prima della prova tra i seguenti di Sor: Op. 6 nn. 3, 6, 11, 12; Op. 35 n. 16; Op. 29 nn. 1, 5, 10, 11 (corrispondenti ai nn. da 11 a 20 della revisione Segovia).
    b) Due studi scelti dal candidato fra i 12 di Villa-Lobos.
  2. Una composizione di rilevante impegno contrappuntistico originale per liuto rinascimentale (a 6 corde) o vihuela.
  3. a) Due composizioni di media difficoltà scelte dal candidato tra le opere di Paganini o i 36 Capricci di Legnani.
    b) Una composizione di rilevante impegno virtuosistico (Sonata, Fantasia o Tema con Variazioni) del primo Ottocento.
  4. Una importante composizione originale per chitarra di autore moderno o contemporaneo, preferibilmente italiano.
  5. a) Lettura di una facile composizione a prima vista assegnata dalla Commissione.
    b) Interpretazione di una composizione di media difficoltà assegnata dalla Commissione tre ore prima della prova. c) Illustrare le origini e la storia del liuto, della vihuela e della chitarra.

 

Programma degli esami di diploma

L’esame si articola in due prove da tenersi in giorni differenti.

I Prova
Esecuzione di un programma da concerto presentato dal candidato scegliendo almeno un brano di ciascun gruppo fra i 5 sottoelencati (la durata dovrà essere compresa fra i 50 o i 70 minuti)
a) una composizione per liuto, vihuela o chitarra antica trascritta dall’intavolatura dallo stesso candidato nel corso dell’ultimo biennio;
b) J.S. Bach: una delle seguenti composizioni originali per liuto: Fuga BVW 1000; Preludio, Fuga e Allegro BVW 998; Suites BVW 995, 996, 997, 1008.
c) Autori dell’Ottocento Giuliani: Sonata Op. 15; Rossiniane Op. 119, 120, 121, 122, 123, 124; Grande ouverture Op. 61; Sonata eroica Op. 150 Legnani: Variazioni Op. 16 Paganini: Grande Sonata per chitarra sola con accompagnamento (ad libitum) di violino. Regondi: Notturno Op. 19; Aria variata op. 21, Aria variata op. 22; Gran solo Op. 14; Fantasia Op. 16; Sonata Op. 22; Sonata Op. 25.
d) Autori del Novecento: Castelnuovo-Tedesco: Sonata (Omaggio a Boccherini); Suite Op. 133; Capriccio diabolico (Omaggio a Paganini); Tarantella. Ponce: Sonata classica; Sonata romantica; Sonata terza; Sonatina meridional; Tema variato e finale; Variazioni e fuga sulla “Follia”. Tansmann: Cavatina e danza pomposa. Moreno-Torroba: Sonatina in La maggiore; Sei pezzi caratteristici Turina: Sonata; Fandanguillo. Villa-Lobos: 4 studi di cui almeno due scelti fra i nn. 2, 3, 7, 10, 12.
e) una importante composizione originale per chitarra di autore moderno o contemporaneo, preferibilmente italiano.

II Prova
a) interpretazione ed esecuzione sulla chitarra di un brano assegnato dalla Commissione 3 ore prima della prova.
b) trascrizione in notazione moderna, nel tempo massimo di 3 ore di una intavolatura di media difficoltà assegnata dalla Commissione.
c) illustrare la storia e la tecnica dell’intavolatura del liuto, della vihuela, della chitarra antica e degli strumenti similari; dare prova di conoscere la letteratura liutistica, vihuelistica e chitarristica.

 

X