FISARMONICA

PROGRAMMA DEGLI ESAMI DEL CORSO INFERIORE

  1. Esecuzione di 2 studi estratti a sorte, seduta stante, fra 10 di tecnica diversa e di difficoltà relativa al corso (originali per fisarmonica e in edizioni critiche), preparati dal candidato e scelti fra i seguenti:
    – A. D’Auberge: Artist Etudes
    – P. Deiro: Fingers Dexterity
    – H. Hermann: Sieben Stücke
    – Studi originali di autori italiani contemporanei.
  2. Esecuzione di 2 brani di J. S. Bach, ognuno dei quali estratto a sorte, seduta stante, da ciascuno dei due seguenti gruppi:
    a) 6 Invenzioni a due voci;
    b) 3 Invenzioni a tre voci;
  3. Esecuzione di un brano tratto dalla letteratura clavicembalistica minore, estratto a sorte seduta stante, fra 6 preparati dal candidato e scelti obbligatoriamente tra i seguenti autori:
    – F. Gasparini
    – M. Rossi
    – G. M. Rutini
    – B. Pasquini
    – A. Soler
    – M. Vento
  4. Esecuzione di due composizioni originali per fisarmonica di media difficoltà, scelte fra le seguenti e (possibilmente) desunte da edizioni critiche:
    – F. Alfano: Nenia
    – H. Cowell: Iridiscent Rondò
    – S. Di Gesualdo: Acht Imitation (tutte)
    – F. Lattuada: Improvviso
    – L. Liviabella: Ouverture italiana
    – T. Lundquist: Botany play
    – W. Solotarev: Sonata n. 1
    – V. Thomson: Lamentations
    – F. Fugazza: Sonatina
  5. Composizione di un pezzo per fisarmonica in forma “lied” su tema dato, assegnato dalla commissione (il candidato avrà a disposizione sei ore).
  6. a) Esecuzione di scale maggiori e minori (armoniche, melodiche e naturali), cromatiche, a mani unite, per moto retto e contrario, per terze e seste nell’ambitus delle tre ottave.
    b) Lettura a prima vista di un brano scelto dalla commissione.
    c) Trasporto di un facile brano non oltre un tono sopra o sotto.

PROGRAMMA DEGLI ESAMI DEL CORSO MEDIO

  1. Esecuzione di 2 studi, estratti a sorte seduta stante, fra i 12 preparati dal candidato e desunti dal II e III volume dell’antologia “Gradus ad Parnassum” di AA.VV. (Ed. Hohner)
  2. Esecuzione di 3 studi di tecnica diversa, preparati dal candidato, di difficoltà relativa al corso e rispondenti alle seguenti modalità:
    a) studio polifonico a 3 o 4 parti
    b) studio ritmico-dinamico per l’articolazione del mantice
    c) studio di tecnica avanzata
  3. Esecuzione di un Preludio e Fuga, tratto dal “Clavicembalo ben temperato” di J. S. Bach, estratto a sorte seduta stante dal candidato fra i seguenti sei:
    – in re magg. (I vol.); in la min. (I vol.); in fa min. (I vol.);
    – in fa diesis magg. (II vol.) ; in mi bem. magg. (II vol.)
    – in fa min. (II vol.).

    Esecuzione di 2 importanti composizioni tratte dalla letteratura da tasto, scelte dal candidato fra i seguenti autori, secondo le più moderne ed accreditate trascrizioni e revisioni critiche:
    – W. Byrd; F. Couperin; C. De Arauxo; A. De Cabezon; J. Dowland;
    – A. Gabrieli; G. Gabrieli; C. Merulo; J. Pachebel;
    – G. Frescobaldi.

  4. Esecuzione di una composizione originale per fisarmonica scelta dal candidato fra le seguenti:
    – P. Creston: Prelude and Dance
    – S. Di Gesualdo: Improvvisazione n. 1
    – L. Foss: Curriculum vitae
    – A. Kusyakov: Sonata
    – T. Lundquist: Metamorphoses
    – H. Sauguet: Choral varié
    – O. Schmidt: Toccata n. 1
    – J.J. Werner: Premiere Sonatine
  5. Esecuzione di una composizione originale per fisarmonica a due manuali di autore italiano contemporaneo, la cui data di pubblicazione non sia anteriore di 15 anni all’anno scolastico nel corso del quale viene effettuato l’esame.
  6. Composizione di un pezzo per fisarmonica su tema assegnato dalla commissione nello stile polifonico (il candidato avrà a disposizione 10 ore).
  7. Interpretazione di una composizione di media difficoltà, assegnata dalla Commissione 3 ore prima dell’esecuzione.
  8. a) Lettura estemporanea di un brano di difficoltà relativa al corso;
    b) Prova di cultura nel corso della quale il candidato deve dimostrare di conoscere la tecnica, la letteratura originale, l’ interpretazione e la didattica dello strumento.

PROGRAMMA DEGLI ESAMI DI DIPLOMA

  1. Esecuzione di un programma da concerto della durata compresa fra i cinquanta e i sessanta minuti (durata minima e massima) comprendente almeno:
    a) una composizione trascritta dal repertorio organistico classico-romantico da J.S. Bach a M. Reger;
    b) quattro contrappunti tratti da Die Kunst der Fuge (L’Arte della Fuga) di J.S. Bach, nella trascrizione di S. Di Gesualdo,scelti dal candidato tra i seguenti:
    – Contrapunctus I, II, VI, VIII, IX, XI e XII;
    c) una o più composizioni scelte tra le seguenti:
    – A. Abbott: Toccata
    – B. Bartolozzi: Madrigale di Gesualdo
    – G. Giani Luporini: Capriccio
    – T. Hosokawa: Melodia
    – P. Norgard: Anatomic Safari
    – K. Olczak: Berceuse
  2. Esecuzione di un concerto per fisarmonica e orchestra, scelto dalla commissione tra due presentati dal candidato (la parte orchestrale verrà eseguita nella riduzione pianistica).
X